Manufatti

MANUFATTI
Esposizione d’arte e moda
18-21 dicembre 2013

opere di Mattia Di Leva e Bruno Fronteddu
monili e abbigliamento di Hérodiade

Questo slideshow richiede JavaScript.

Manufatti è il titolo scelto per il progetto espositivo promosso e ospitato da duepuntilab, in cui si accostano il mondo dell’arte e quello della moda.
Un’esposizione condivisa, che mette in mostra esperienze diverse, provenienti da mondi e situazioni differenti.
Una diversità che, tuttavia, non è stata di impedimento per la costruzione comune di un evento che accosta produzioni di diversi soggetti allestite in un’unica installazione che le assembla senza nessuna pretesa di univocità o complementarietà.
Il dialogo che ne deriva, nasce tra le persone che hanno realizzato questo progetto e tra le esperienze, più che tra le rispettive opere. Non una comune visione, o poetica, dunque, ma un momento in comune.
Resta, dall’inizio sino alla fine del cammino fatto, nel trovarsi di fronte alle cose concrete e concluse, un certo gusto comune per la ricerca e l’esplorazione di percorsi legati alla materia, ai segni, al lavoro delle braccia e delle mani, degli attrezzi attraverso cui si creano questi oggetti unici.
Manufatti propone le creazioni della giovane designer di moda Mary Di Leva, in particolare monili, cappelli e abbigliamento, realizzate in pezzi unici per Hérodiade, e alcune significative pitture e sculture di Mattia Di Leva e Bruno Fronteddu, che con Valeria Jamonte hanno curato il progetto e l’installazione.
Protagonista assoluta è dunque la materia, raccolta o recuperata, e lavorata: argento, rame, ottone, ferro, ruggine, catrame, carta, legno, seta, lana, tessuti…

Con Hérodiade hanno collaborato a questo evento:
ARGILLeDINTORNI (ceramica)
Atelier Rub &Dub (cappelli)
Beatrice in Wonderland (designer)
Laboratorio Deanna Righini di Crevalcore (oreficeria)

Fotografie di Elisa Bonura